Allerta alimentare per dolce pasquale: ecco cosa si rischia

allerta-alimentare-per-dolce-pasquale:-ecco-cosa-si-rischia

Aprile 8, 2021Danila Franzone

pericolo cibo

Allerta alimentare per dolce pasquale. Di quale si tratta e perché è stato richiamato.

Le vacanze di Pasqua sono ormai passate, lasciando nell’aria il ricordo delle tante leccornie mangiate e qualche dolce ancora da finire in dispensa. Tra colombe e uova di cioccolato, infatti, le bontà da gustare finiscono sempre con l’accompagnarci per diversi giorni, rendendo le colazioni e le merende più piacevoli. In merito ai dolci di Pasqua, però, in questi giorni è emersa un’allerta che riguarda una colomba classica. Scopriamo quindi di quale si tratta e come riconoscerla.

Richiamata colomba classica di Pasqua

colomba
fonte foto: Adobe Stock

Il prodotto richiamato è stato diramato anche sul sito del Ministero della Salute dove sono state elencate le voci alle quali prestare attenzione per riconoscerlo e prendere provvedimenti.

  • Nome del prodotto: La colomba classica
  • Marchio: La colomba classica
  • Ragione sociale: Pietro Macellaro Pasticceria Agricola Cilentana
  • Marchio dello stabilimento: Pietro Macellaro Pasticceria Agricola Cilentana
  • Numero di lotto: 1922 – 15/03/2021
  • Nome del produttore: Pietro Macellaro
  • Data di scadenza: 10/04/2021
  • Confezione da 1 kg
  • Motivo del richiamo: Allergeni non chiaramente dichiarati in etichetta

Questo richiamo pone l’accento quindi non tanto sulla qualità del prodotto quanto su un errore tecnico che ha portato a non inserire in etichetta tutti i possibili allergeni. Problema che non sussiste quindi per chi non ha problemi di intolleranze o allergie ma che può essere invece pericoloso per tutti gli altri.

Per questo motivo, i soggetti a rischio che hanno acquistato la colomba classica di cui sopra sono invitati a non consumarla e a riportarla presso il punto vendita al fine di ottenere un rimborso o il cambio con un altro prodotto. Ovviamente, chi l’ha consumata dovrebbe sentire il proprio medico curante al fine di capire come agire in caso di attacco allergico.

Quella dell’assenza delle corrette diciture in etichetta è una problematica che negli ultimi tempi si è presentata più volte e che anche se non sembra può essere molto pericolosa. Ai soggetti allergici, infatti, a volte basta una piccolissima quantità di prodotto per avere una reazione allergica anche grave. Motivo per cui restare sempre aggiornati sulle allerte e sui possibili rischi dei cibi che si consumano quotidianamente è sicuramente un buon modo per prendersi cura della propria salute.

Ricordiamo una delle allerte più recenti che è quella di alcuni lotti di bacche di goji

Recommended Articles

Leave a Reply