Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana

alla-scoperta-di-ravello,-balcone-sulla-costiera-amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana
Alla scoperta di Ravello, balcone sulla Costiera Amalfitana

Piccolo paesino dal fascino senza tempo, Ravello ha un centro storico Patrimonio Unesco tutto da esplorare. Passeggiate lungo le vie acciottolate, perdete lo sguardo dalle terrazze vista mare, immergetevi nel leggiadro profumo di limoni percorrendo rigogliosi giardini e così capirete come riuscì Ravello a conquistare compositori e artisti.

Ravello e l’arte

È qui a Villa Rufolo che il compositore Richard Wagner trovò ispirazione per completare  il Parsifal mentre Boccaccio vi ambientò la quarta novella delle seconda giornata del Decameron.
Uno dei borghi più affascinanti della Costiera a partire dalla sua piazza centrale, piazza Vescovado, con caffè e ristoranti e al centro il duomo risalente al secolo XI. All’interno è custodito il pulpito del 1272 di Niccolò di Bartolomeo che si erge su 6 colonne trionfo d’intarsi e il museo dell’Opera del Duomo di Ravello dove, tra le varie opere, troverete il Ritratto di Sigilgaida Rufolo realizzato sempre da Niccolò di Bartolomeo.
Sul lato destra della piazza c’è la Torre medievale trecentesca che segna l’ingresso a Villa Rufolo, stupenda villa storica che prende il nome dalla famiglia medievale Rufolo che volle realizzare una casa rappresentativa del proprio status sociale. Andata in rovina la famiglia Rufolo, fu il Lord scozzese Sir Francis Nevile Reid a darne nuova linfa sino alla realizzazione dei suoi meravigliosi giardini, tripudio di colori e profumi su pennellate del blu del mare. Una volta attraversato il viale alberato vi conquisterà la bellezza del chiostro moresco. Nel cortile s’innalza per 30 metri la torre maggiore suddivisa in tre piani; su ogni piano ci sono esposizioni multimediali che vi accompagneranno raccontandovi la storia della villa con straordinarie immagini di Ravello .
Ogni anno all’interno di Villa Rufolo si svolge il Ravello Festival, rassegna di musica classica su uno dei palcoscenici più belli ed emozionanti al mondo.
Proseguendo nella parte più alta di Ravello, attraversando muretti a secco e negozi di ceramiche, arriverete a Villa Cimbrone, altra storica costruzione.
Riscoperta a fine Ottocento dal Lord inglese Ernest William Beckett che ne fece uno dei migliori esempi di giardino all’inglese, con statue, padiglioni, roseti e tempietti che vi condurranno a un panorama dalla bellezza inenarrabile: il Terrazzo dell’Infinito.
Tra schiere di busti del settecento e il blu del mare sarà difficile non rimanere incollati ad ammirare uno dei panorami più belli della Costiera.
Ravello è anche un ottimo punto di partenze per interessanti passeggiate.
Potrete raggiungere Minori percorrendo 2 km di scalini tra il profumo di mirto e ginepro o Atrani attraverso un percorso che vi farà scoprire residenze medievali e chiese, oppure partire alla volta del sentiero della Valle delle Ferriere, tra limoneti, boschi e il rombo gorgogliante dell’acqua dei ruscelli.

Dove mangiare a Ravello

Il Flauto di Pan

Il Flauto di Pan con l’executive chef Lorenzo Montoro, insignito di 1 stella Michelin, propone una cucina che parla del territorio dai sapori delicati e decisi. Prodotti dell’orto ed a km zero quelli utilizzati per la realizzazioni dei piatti da gustare all’interno della suggestiva cornice di Villa Cimbrone. Piatti che raccontano la Costiera, i suoi colori e profumi con l’eleganza che contraddistingue lo chef.

Via S. Chiara 26, Ravello

Ristorante Belvedere

Scegliete un tavolo sulla panoramica terrazza o nella sala interna, luci di candela e sottofondo di pianoforte saranno la vostra cornice romantica nella quale gustare i piatti dello chef Mimmo Di Raffaele. Il suo estro creativo vi conquisterà, un’alchimia di genuinità, passione, ricerca e perseveranza, ancorata al legame solido con la sua Campania, declinata in tutti i suoi piatti.

Mimì Pizzeria e Cucina

Se avete voglia di pizza, questo è l’indirizzo che farà al caso vostro. Ottimo impasto lievitato a regola d’arte e ingredienti scelti con attenzione, per un risultato da prendere a morsi di gioia.

Via S. Francesco 12, Ravello

Bar Al San Domingo

Per una golosa colazione, per un babà a merenda o uno sfizioso aperitivo, nella piazzetta centrale di Ravello il bar Al San Domingo è una conferma. Tavoli esterni da cui godere della vista straordinaria e interessanti cocktail se avete voglia di osare un po’.

Dove Dormire a Ravello

Caruso a Belmond Hotel

Terrazza sospesa sulla Costiera Amalfitana, il Caruso a Belmond Hotel di Ravello s’imprimerà nella vostra memoria per gli spettacolari panorami. Inverosimili equilibri tra natura e architettura e il lusso che con grande charme lo contraddistingue. Situato su una costiera a 300 metri sul mare, nel punto più alto di Ravello, questo monumentale palazzo del secolo XI è la location ideale da cui iniziare l’esplorazione della Costiera Amalfitana. Hotel di lusso ed esperenziale che vi condurrà alla scoperta del territorio con le tante attività proposte. Giardini rigogliosi con roseti e limoni, soffitti a volta, e stanze arredate con mobili d’epoca ed eleganti interni impreziositi da affreschi originali. Una spettacolare piscina riscaldata a sfioro da cui poter volgere lo sguardo a panorami di suggestiva bellezza che spaziano tra il mare e la montagna.

Piazza S. Giovanni del Toro 2, Ravello

Villa Cimbrone

Camere lussuose in una location di grande charme e bellezza. Rifugio e richiamo di aristocratici, politici e luogo d’ispirazione di innumerevoli artisti. Al suo interno il ristorante Il Flauto di Pan con l’executive chef Lorenzo Montoro, 1 stella Michelin.

Via S. Chiara 26, Ravello

Duomo Attic

Nella piazza centrale di Ravello con un magnifico terrazzo con vista sul duomo, questo b&b ristrutturato da poco offre camere spaziose e con viste mozzafiato. Considerata la posizione centrale, dimenticate l’auto e perdetevi tra le vie e i negozietti di Ravello.

Via della Marra 6, Ravello

Art Hotel Marmorata

Hotel con discesa a mare in stile vecchia marina. Incastonato tra la roccia, è la scelta ideale per famiglie. Cucina mediterranea e una piscina esterna completano l’offerta della struttura.

Piazza Duomo 2, Ravello

Recommended Articles

Leave a Reply