5 ricette per festeggiare la Dieta Mediterranea (della cuoca preferita di Ancel Keys)

5-ricette-per-festeggiare-la-dieta-mediterranea-(della-cuoca-preferita-di-ancel-keys)
5 ricette per festeggiare la Dieta Mediterranea (della cuoca preferita di Ancel Keys)



Sfoglia gallery


Il 16 novembre si festeggia decimo anniversario della Dieta Mediterranea, Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Ecco cinque ricette per celebrarla (e per vivere meglio)

Tante verdure, frutta, cereali integrali, legumi come fonte proteica principale, a seguire formaggi, uova, poco pesce e ancora meno carne (magari per le feste): ecco le basi della Dieta Mediterranea, che il 16 novembre festeggia il suo decimo anniversario come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, il riconoscimento Unesco che l’ha consacrata come migliore in assoluto perché aiuta a vivere meglio e più a lungo.

È il regime universalmente associato alla prevenzione di malattie croniche come quelle cardiovascolari e il cancro, il più sostenibile perché basato quasi esclusivamente sul consumo di prodotti di origine vegetale che impattano meno in termini di emissioni, inoltre è quello che ci rende più felici, perché la Dieta Mediterranea non è semplicemente una lista di alimenti, ma uno stile di vita, che include anche attività fisica, e tanta convivialità.

KEYS E IL CILENTO


Se ne è reso conto per primo Ancel Keys, biologo, fisiologo e nutrizionista presso l’Università del Minnesota che durante la Seconda guerra mondiale si occupò di un programma sull’alimentazione. Negli anni ’60 si stabilì a Pioppi, piccola frazione del comune di Pollica, nel Cilento, e qui – dopo aver già notato una bassa incidenza di malattie croniche in tutta la Campania e a Creta – capì che il segreto della longevità dei suoi abitanti stava proprio nell’alimentazione semplice e genuina e nel modo di vivere. La chiamò Mediterranean Diet, e ne parlò nel suo libro Eat well and stay well, pietra miliare dell’alimentazione. Un libro di divulgazione scientifica, ma anche di ricette, molte delle quali opera della signora Delia Morinelli, allora governante di casa Keys.

LE RICETTE DI KEYS


Oggi Delia ha 83 anni, e ricorda bene quei giorni: «Il professore e sua moglie Margareth erano una coppia deliziosa, due bravissimi signori», racconta. «Gli preparavo ogni giorno quello che io stessa ero abituata a mangiare. Anzitutto tante verdure: il professore aveva un orto e io cucinavo tutto quello che raccoglieva, e alle ricette aggiungevo spesso i legumi. Li amava, ma il suo piatto preferito era il pesce azzurro, mi diceva sempre che fa bene al cervello e che dovrebbero mangiarlo sempre i bambini. Adorava anche la pasta fatta in casa: gli preparavo cavatelli, lagane, gnocchi, fusilli». «Le fritture? Le mangiavano raramente, così come la carne, e comunque sempre e solo bianca», conclude la signora Delia.

Oggi Delia Morinelli è l’anima di A Casa di Delia, il ristorante che da qualche anno hanno aperto il figli Angelo Notaro e la nuora Silvana Del Pezzo. Qui, in un terrazzino romantico affacciato sul mare, con la sua supervisione e diverse incursioni in cucina, si mangiano solo i piatti che si mangiavano a casa di Keys: tanta verdura, legumi, pasta fresca, il pesce, pochissima frittura e la carne è bandita. Per festeggiare ci ha svelato cinque meravigliose ricette della tradizione mediterranea: gustose, sane, semplici, genuine. Per vederle sfogliate la gallery

LEGGI ANCHE

In cosa consiste la Dieta Mediterranea: cibi e benefici

Recommended Articles

Leave a Reply