1900 ricetta di oggi: Brasato al barolo.

Il brasato al barolo è una tipica ricetta della cucina piemontese; si tratta di uno stufato cotto a lungo nell’omonimo vino. È preferibile utilizzare carne di bovini appartenenti alla razza piemontese (fassone), allevati secondo il disciplinare tipico di questa razza. Il taglio più adatto è il cosiddetto “arrosto della vena” o “cappello del prete”, ricavato dal quarto anteriore.

Ingredienti per 4 persone

  • 800 gr di Polpa di manzo Cappello del Prete
  • 400 gr di Barolo (oppure altro vino rosso come Barbera, Nebbiolo, Barbaresco)
  • 1 cipolla grande bianca
  • 2 carote medie
  • 1 costa grande di sedano
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • 1 cucchiaino colmo di burro
  • 3 chiodi di garofano
  • 3 foglie di alloro
  • 1 cucchiaio di farina
  • sale

Ora vi spiegherò passo dopo passo come realizzare questa ricetta.

Come fare il Brasato

Prima di tutto, lavate le carote, grattate via la parte esterna e tagliatele a cubetti. Affettate a cubetti anche  la costa di sedano, precedentemente lavata e infine affettate la cipolla a rondelle sottili dopo averla sbucciata.

Marinatura :

Pratica comune è marinare la carne senza legatura per 8 – 10 h con il vino e le verdure a pezzetti. A seconda del vino scelto e del tempo che avete a disposizione, potete farlo. Ma non è indispensabile per una riuscita perfetta!

Poi legate con uno spago la vostra polpa, se non avete acquisto il pezzo già legato.

Infine, Infarinate bene la superficie su tutti i lati.

Adagiate nella pentola di cottura l’olio, il burro e la carne infarinata e lasciate rosolare a fuoco moderato la carne per almeno 3 minuti  per parte. Si deve formare una crosticina croccante e dorata su tutti i lati.

Quando la carne è ben rosolata, aggiungete le verdure, chiodi di garofano e alloro.

Poi rosolate a fuoco moderato per 3 minuti circa, girando di tanto in tanto, fino a quando le verdure non si saranno insaporite e leggermente appassite.

Infine aggiungete lentamente il barolo, oppure il vino scelto, in modo che in pentola non perda il bollore.

Lasciate sfumare il vino a fiamma moderata, saranno necessari circa 2 o 3 minuti.

Una volta sfumato l’alcol, portate il Brasato sul fuoco più piccolo che avete.

Abbassate la fiamma lentissima. Coprite e lasciate cuocere per circa 3 h e mezzo circa; ma questo dipende dal tipo di carne, in alcuni casi di carni dure la cottura potrebbe prolungarsi fino a 6 h.

Indicatore della cottura perfetta è la morbidezza! Dovrete affondare la forchetta piacevolmente e senza forzatura! Non esitate a prolungare la cottura se notate una certa durezza.

Girate la carne ogni mezz’ora circa. solo a metà cottura aggiungete il sale.

il fondo di cottura si presenterà scuro,  corposo e solo leggermente ristretto, la lentissima cottura ha fatto in modo che quest’ultimo non si asciugasse via.

Spegnete dunque la fiamma quando il brasato di manzo è pronto e lasciate intiepidire in pentola almeno 30 minuti in modo che si assesti e si intiepidisca.

Il Brasato va affettato freddo. ricordate che se lo affettate caldo equivale a sfaldare le fette. Quindi attenzione a non avere fretta.

Ora che il piatto è pronto, buon appetito!

Recommended Articles